Sorbetto alle pesche

IMG_4336

Sono ancora di stagione le pesche allora prima che arrivi l’autunno e con lui il fresco, la nebbia e la voglia di zuppe calde, facciamoci un bel sorbetto alle pesche!
Il sorbetto è facilissimo da fare, meglio se hai una gelatiera ma puoi anche fare senza.

Avrai bisogno di:

  • 250gr di pesche
  • Il succo di 1 limone
  • 300ml di acqua
  • 120gr di zucchero

Non dimenticare, se usi la gelatiera, che la vaschetta deve stare nel congelatore da almeno 8 a 12 ore.

Per cominciare, lava e taglia le pesche. Puoi lasciare la buccia, non cambia il sapore ma i pezzetti di buccia faranno un bel effetto (sulla foto non ci sono, l’ho fatto col bimby).
Poi sciogli lo zucchero nell’acqua e aggiungi il succo del limone.
Infine frulla le pesche nell’acqua zuccherata.
Puoi versare direttamente il tutto nella gelatiera ed azionarla. Dopo 40 minuti di pazienza potrai assaggiare un sorbetto freschissimo e saporito con la soddisfazione di averlo fatto da solo/a!

Se non usi la gelatiera, alla fine versa il tutto in un recipiente e mettilo nel congelatore per 4 ore, mescolando la preparazione ogni 45 minuti. In alternativa ne trovi a partire da 30 euro su internet.

Varianti: Puoi usare le stesse quantità per fare un sorbetto di mango, melone o pere

Publicités

Crema di latte al fior d’arancio su letto di pesche e albicocche

Image

Questa crema si ispira al M’halbi libanese, un dessert fresco a base di latte, riso, fior d’arancio e pistacchio, al quale io aggiungo frutta per un gusto ancora più sfizioso.

Fresco, leggero e dal delicato sapore di fior d’arancio, è sicuramente uno dei dolci che preferisco quando la temperatura supera i 30°. Provalo, vedrai che non potrai più farne a meno e ne rifarai ogni estate!

La ricetta è semplicissima e non richiede materiale specifico, ma deve essere preparata qualche ora in anticipo (o meglio, il giorno prima) perché deve raffreddare.

Per fare questa crema (per 2 persone) ti servirà:

  • latte (2 bicchieri da 25cl)
  • acqua (1/2 bicchiere)
  • zucchero di canna (3 cucchiai)
  • zucchero semolato 00 (3 cucchiai)
  • amido di mais/maïzena (2 cucchiaini pieni)
  • Fior d’arancio (mezza fialetta)
  • 3 albicocche
  • 1 pesca
  • Una manciata di mandorle affettate

Varianti:

  • Puoi sostituire le mandorle con Pistacchio di Bronte (in polvere o granella)
  • Scegli la frutta di stagione che ti piace di più

Lava la frutta, pela la pesca e tagliala a pezzettini insieme alle albicocche.  Metti la frutta in una padella con lo zucchero di canna e un po’ d’acqua (3 cucchiai). Sorveglia la cottura e aggiungi acqua se necessario. La frutta sarà cotta quando potrai schiacciarla con una forchetta. Come avrai indovinato, adesso puoi spegnere il fuoco e schiacciare la frutta: puoi lasciare qualche pezzettino intero o fare una purea omogenea: a te la scelta.

In una pentola versa il latte e l’acqua, aggiungi il fior d’arancio, lo zucchero bianco e l’amido di mais. Fai bollire il tutto, continuando a mescolare per 15 minuti con una frusta o un cucchiaio di legno per evitare i grumi. Il liquido deve addensarsi.

Adesso puoi prendere i tuoi più bei bicchieri, o coppette per il gelato e mettere la frutta cotta in fondo. Versa piano il latte sopra la frutta e lascia che la crema raffreddi qualche ora in frigo.

Infine, metti le mandorle nel forno o in una padella per farle tostare.

Adesso puoi uscire, approfitare del sole mentre il tuo dolce raffredda.

Prima di servire la crema decorala con le mandorle. Buon appetito!